Tutti i tipi principali di maschere chirurgiche

di | 13 Marzo 2021

Le maschere chirurgiche, chiamate anche mascherine chirurgiche, sono un equipaggiamento protettivo individuale indossato dai medici durante varie procedure mediche. Questo equipaggiamento protettivo aiuta a ridurre i rischi di reazioni allergiche e infezioni durante la procedura chirurgica. Prima di una procedura chirurgica, viene indossato per prevenire le infezioni chiudendo le vie respiratorie del paziente e del chirurgo prima dell’inizio dell’operazione. Durante l’operazione stessa, viene utilizzato per mantenere il tasso di respirazione del paziente e per ridurre al minimo il gonfiore. Inoltre riduce il disagio dei pazienti durante l’operazione.

Il tipo più comune di maschere chirurgiche che i medici stanno usando oggi è la maschera nasale, che è comunemente usato per la rinoplastica o anche per la chirurgia nasale. Le maschere chirurgiche che sono più utilizzati per la chirurgia del naso sono maschere pieno volto in quanto questi aiutano a prevenire l’aria nasale di entrare in bocca e causare irritazioni ai pazienti. È necessario quindi riuscire a capire lo scopo di utilizzo preciso di un tipo di mascherina per poter fare una scelta di acquisto correte scegliere quindi la mascherina, tra tutte quelle che oggi si possono trovare in vendita, che è più indicata per i propri scopi di utilizzo e che soddisfa maggiormente quindi le nostre necessità. I chirurghi utilizzano anche strisce nasali, dispositivi di aspirazione orale, e dispositivi di russare. Tuttavia, questi non sono utilizzati durante tutti i tipi di operazioni. Il md supervisione del paziente avrebbe determinato il tipo di maschere chirurgiche necessarie per l’operazione in base alle condizioni del paziente, la sua dimensione, e altri fattori.

Un altro tipo di maschere chirurgiche sono i respiratori a pieno viso che vengono utilizzati per evitare che il corpo di chi lo indossa sia contaminato dai gas nocivi durante l’operazione. I respiratori sono anche chiamati schermi facciali o cannula nasale e sono di solito fatti di nylon rivestito di silicone. Un respiratore può avere un rivestimento duro o morbido in modo che si adattano perfettamente al naso di chi lo indossa. Ci sono due tipi di respiratori e cioè, schermi facciali che vengono indossati al momento dell’operazione e sono attaccati alla testa, e una cannula che viene inserita nelle narici prima dell’operazione. Entrambi sono collegati a una borsa per raccogliere il gas in eccesso.

Desideri approfondire il tutto? Consigliamo allora di visitare l’articolo su Come scegliere una mascherina? Guida, informazioni utili, criteri di acquisto