Gli integratori di Omega 3 con vitamine sono utili per combattere il cancro?

di | 3 Maggio 2021

Gli integratori di Omega 3 hanno in generale molti benefici. È molto importante essere consapevoli dei pericoli di alcune sostanze e del PCB contenuto nell’olio di pesce, e quindi l’integrazione di questi metalli pesanti tossici è essenziale. Tuttavia, ci sono molti altri benefici che possono derivare dall’integrazione di questo acido grasso essenziale. Questi includono alcuni benefici e vantaggi in particolare.

L’integratore di Omega 3 aiuta ad abbassare la pressione sanguigna ed è efficace nel ridurre l’asma cardiaco e l’eczema; inoltre, aumenta la rigenerazione e la produzione di cellule, che migliorano l’elasticità della pelle e degli occhi. L’omega 3 aumenta anche il numero di spermatozoi, la motilità e la sopravvivenza degli spermatozoi negli uomini e diminuisce l’incidenza della sindrome pre-mestruale e migliora la funzione immunitaria del corpo e aiuta il corpo a combattere le infezioni batteriche, fungine e virali. inoltre, si tratta di un potente antiossidante ed è anche un’ottima fonte di acidi grassi essenziali, di cui oltre la metà è EPA. Un altro aspetto molto importante da valutare di questo tipo di integratore di omega-3 e sicuramente il fatto che è stato dimostrato che questo tipo di integratore ha anche lo scopo di ridurre notevolmente il rischio di malattie cardiache oltre che anche di altri problemi come ad esempio la pressione e altri tipi di problemi legati al diabete, oppure l’osteoporosi, l’artrite reumatoide, il morbo di Alzheimer e anche alcuni tipi di tumori, tra cui ad esempio quello al fegato e al pancreas e anche il cancro. I benefici degli integratori di Omega 3 sono quindi molto importanti e allo stesso tempo notevoli dal momento che offrono quindi numerosi vantaggi per la nostra salute per chi decide quindi di assumere questi tipi di integratori in modo costante e con una certa frequenza.

Questi acidi grassi essenziali sono anche vitali nella regolazione di diversi sistemi di neurotrasmettitori, soprattutto quelli coinvolti nel controllo dell’infiammazione. I ricercatori hanno scoperto che l’integrazione di trigliceridi di olio di pesce Omega 3 ha ridotto significativamente l’espressione dei geni pro-infiammatori. Sono stati particolarmente colpiti dalla capacità dell’olio di pesce di ridurre l’espressione dei geni che agiscono sul percorso infiammatorio. I risultati dello studio suggeriscono che l’assunzione dell’acido grasso potrebbe ridurre il rischio di sviluppare malattie cardiovascolari e alcuni tumori.

Scegli di cliccare qui per leggere e studiare l’argomento con maggior precisione su questo sito dedicato